diminuzione latte materno
Allattamento Latte materno

Il latte non basta al mio bambino

Capita spesso, soprattutto alla prima esperienza di pensare ad una diminuzione del latte materno e sulla quantità assunta dai neonati.

Quali sono le cause per le quali si pensa alla diminuzione del latte?

Le cause che fanno iniziare a dubitare sono:

  • il bambino piange dopo la poppata o di sera, si pensa subito che non sia sazio e che il latte è poco;
  • seno sgonfio, visto che nel primo mese il seno è molto teso, mentre con il passare del tempo si calibra e si regolarizza, ma il latte resta sufficiente e in pari con l’esigenza del bambino;
  • il bambino ha fame e mangia di più, potrebbe essere uno scatto di crescita e non il latte che scarseggia;
  • il bimbo non cresce secondo la curva imposta dai pediatra, mica tutti i bimbi sono uguali, se cresce meno state sicure sarà così anche con l’artificiale.

Come si fa a capire se c’è poco latte

In primis bisogna vedere il bambino quanto cresce e non tener conto della crescita settimanale ma di quella mensile.

Nel caso in cui la crescita è molto al di sotto dei parametri o nulla si deve monitorare l’allattamento, contando il numero di poppate, quanto dura ogni poppata, quanti pannolini bagna e quante scariche fa.

In alcuni casi la soluzione è semplice, basta aumentare il numero delle poppate drenando spesso il seno o usando la tiralatte stimolando così la produzione del latte.

Le mamme che non allattano

Alcune mamme non allattano per diverse cause

  • Per il poco supporto ricevuto in ospedale nei primi giorni di vita del bambino.
  • Perchè le mamme si vergognano di allattare e lo vivono come un disagio
  • La paura di non dare il giusto nutrimento al piccolo, ritenendolo anche troppo faticoso rispetto al biberon
  • Non cercare il giusto supporto, ma affidandosi al pediatra anzichè alla puericultrice
  • Vedono il troppo attaccamento al seno nei primi mesi, scambiandolo per un vizio mentre è solo un esigenza
  • A volte anche il compagno o i famigliari che fanno vera e propria violenza psicologica

Ricordate non esistono mamme senza latte o una diminuzione del latte materno per cause naturali, esiste solo la volontà e la voglia di allattare.

Vi potrebbe interessare:

Collana allattamento

Facebook Comments

10 Comments

  1. sono tutti degli ottimi consigli, grazie mille per averli condivisi con noi tutti.

  2. daniela says:

    ho sempre molto piacere a leggere i tuoi post e seguirti perchè li trovo molto interessanti

  3. stefania says:

    grazie per questi preziosi consigli con cui concordo appieno

  4. Tuo splendido blog è una vera e propria enciclopedia per ogni presente o futura mamma. Pieno di consigli utili per ogni problema delle neo mamme.

  5. Mirella Ziliani says:

    Purtroppo con due cesarei non ho potuto allattare eppure ho provato con tutte le mie forze soprattutto col primo figlio tra tisane alla galega ed altro a stimolare una montata lattea che non è mai arrivata

  6. Polvere diSogni says:

    penso sia essenziale allattare il prorio bambino al seno oltre ad essere un momento unico, ottimi consigli!

  7. finalmente ho letto di qualcuno che dice che non è vero che il latte non basta… purtroppo molte donne mollano per via di quelle persone che gli dicono il tuo latte non basta. Mamme non mollate e se avete dubbi rivolgetevi alle consulenti allattamento

  8. Io purtroppo ho allattato solo 3 mesi, avevo un’ottava, ma senza latte che peccato…

  9. Ho allattato a lungo e senza vergogna, ma soprattutto senza ascoltare nessuno. Ancora oggi qualcuno mi dice che a una certa età era “solo un vizio” ma mio figlio cresceva bene e sano e non si ammalava mai, cosa che ha iniziato a fare appena ho smesso.

  10. Giorgia says:

    Io non ho figli e quindi non saprei cosa dire, però penso che una possa decidere quando e come togliere il latte al proprio piccolo……ci sono alcune mie amiche invece che non hanno potuto allattare perchè non avevavano latte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.