bimbo podalico e manovra
Gioie del parto Gravidanza

Bimbo podalico e manovra di rivolgimento

Bimbo podalico

Ci stiamo avvicinando verso la fine della gravidanza.

Ieri al controllo ecografico in clinica per aprire la cartella del parto, abbiamo scoperto a 36+2 che Nicholas è nuovamente podalico.

Alla 30esima settimana era podalico, ma dopo un giorno ho sentito un fortissimo dolore alla gamba e alla pancia, finalmente si è messo cefalico.

Ma questo stato di felicità è durato fino a ieri, in verità durante la notte ho sentito lo stesso identico dolore della volta scorsa, ma non ci ho pensato o forse non volevo, ed invece mi ha fatta un bello scherzetto.

Di farmi fare un cesareo non se ne parla minimamente, solo il pensiero della sala operatoria e di non sentire il calore di mio marito che mi starà accanto mi raggela l’anima.

Per questo abbiamo deciso che a 36+5 proveremo la manovra di rivolgimento.

Manovra di rivolgimento

Per effettuare la manovra di rivolgimento esterno, devono sussistere alcune condizioni

  • Il bimbo non deve essere già incanalato con  sedere o gambe dentro il bacino, perchè se fosse così non si potrebbe muovere.
  • Deve esserci liquido amniotico sufficiente.
  • Non devono esserci contrazioni.

Esecuzione manovra

 

  • La manovra, deve essere eseguita in clinica, sotto continuo controllo ecografico, in modo da permettere di vedere cosa sta accadendo al bambino e come si muove.
  • Inoltre, spesso vengono somministrati dei farmaci che evitano le contrazioni uterine, proprio perchè a termine l’utero è più reattivo ed ogni manovra può scaturire contrazione che riducono l’apporto di ossigeno al piccolo.
  • La manovra di rivolgimento ha lo scopo di far effettuare la capriola al piccolo in modo che diventi cefalico.
  • Il ginecologo con una mano afferrerà il podice (sederino) e con l’altra la testa, naturalmente esternamente sull’addome della mamma, e con un movimento delle mani invita il bambino a fare la capriola.
  • Si prova un paio di volte per cercare di farla fare in avanti, e se non ci si riesce si prova per vedere se riesce a farla indietro.

Ci sono rischi?

  • Se viene eseguita correttamente, da mani esperte e in strutture adeguate, è molto sicura.
  • A volte può essere dolorosa o fastidiosa, ma questo dipende molto anche dallo stato psicologico della donna.
  • Anche se la forza che il ginecologo applica per fare la manovra, può dare fastidio.
  • Si deve stare attenti al cordone ombelicale, per non farlo attorcigliare, ed è proprio per questo che si procede sotto controllo ecografico.
  • Se fatta troppo a termine o in travaglio, si rischia la rottura del sacco amniotico e in quel caso se si gira si può attendere il travaglio, se non succede viene praticato il cesareo.

 

Facebook Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.