matildaeditrice libri gravidanza
Collaborazioni Gravidanza

Leggere in gravidanza fa bene a mamma e bambino

Lettura in gravidanza?

Una bella lettura in gravidanza non guasta mai.

Durante i 9 mesi della gravidanza,cioè 40 settimane, c’è tutto il tempo per non farsi trovare impreparate, tra shopping, preparazione del nido per il nuovo arrivo, e per leggere.

La lettura è molto importante, io ho imparato a leggergli tante storie insieme agli altri miei due ometti, e lui soprattutto dal sesto mese ha iniziato ad apprezzare molto facendosi sentire parecchio durante le letture.

 

Mentre durante le mie notti insonni,ho trovato sollievo leggendo un libro per me che mi desse la giusta preparazione e qualche informazione.

 

La lettura giusta in gravidanza?

Ce ne sono tante di letture che ho apprezzato molto durante le mie gravidanze,e soprattutto durante la seconda dove leggevo molte letture sul vbac,parto naturale dopo cesare.

Tra quelli letti in quel periodo quelli che ho apprezzato molto sono stati “Dopo un cesareo” e “la gioia del parto“.

 

Mentre in questa gravidanza in cui sono a ben 35 settimane, e non vedo l’ora di conoscere il piccolo Nicholas, mi sono piaciuti molto i libri della casa editrice Mammeonline

 

Magari Parto

legger e in gravidanza matildaeditrice

Questo è il titolo del libro che più mi ha colpita di questa casa editrice.

Un libro che ha la scioltezza di un romanzo ma con tante nozioni importanti,utili per gestanti e neomamme.

Diario di bordo per gestanti e neomamme

Dal concepimento alla prima ecografia, dal parto ai primi mesi di vita del bambino, tante e difficili sono le decisioni da prendere: fare o non fare l’amniocentesi? Scegliere il luogo dove partorire? Affrontare il dolore del parto? Come trovare un equilibrio tra naturalità e assistenza medica adeguata?

Soprattutto, come sopravvivere ai consigli che arrivano da qualsiasi parte, come se fossero tutti esperti non appena vedono il pancione.

Dopo la nascita del bambino, nuove sfide attendono la neo-mamma: il primo contatto con la creatura, la vita in tre,un sogno che si realizza.

Bisogna passare lunghe giornate da sole con il piccolo, districarsi tra allattamento a richiesta, pannolini, primi bagnetti, uscite in carrozzina…

Per non parlare dei continui, estenuanti risvegli notturni.

Che fare allora, lasciare solo il bambino con il suo pianto come suggeriscono certi manuali?

Per fortuna Eva non è da sola ad affrontare questa straordinaria avventura: al suo fianco, oltre al razionale ed efficiente compagno,

ci sono le sagge e quasi magiche ostetriche,

depositarie di un’arte antica come la vita, e poi le altre neo-mamme, solidali e confortanti compagne di viaggio.

Quando tutto sembra andare per il meglio e l’equilibrio si è ristabilito in famiglia, è già il momento di riprendere il lavoro,

e scegliere l’asilo per il bambino. Ce la farà Eva ad affrontare il primo, doloroso distacco?

Il racconto di Eva, che si legge come un romanzo,

offre una serie di spunti di riflessione e di utili informazioni a tutte le donne che come lei decidono di staccare il biglietto e partire verso il territorio misterioso e mai abbastanza esplorato della maternità.

Un libro che mi è molto piaciuto e che consiglio di leggere a tutte le mamme in attesa… perchè oltre ad essere informativo è molto rilassante.

Facebook Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.