Allattare al seno la cosa più naturale
Latte materno

Allattare al seno… informarsi è importante

Allattare al seno è l’azione più naturale del mondo, e il nutrimento migliore per il neonato.

E’ importante allattare in modo esclusivo per almeno i primi sei mesi di vita del bambino, ed opportuno continuare fino ai due anni,integrando il latte materno con altri alimenti.

 

Allattare al seno è così importante?

 

Allattare al seno è importantissimo anche perché il latte materno non si trova in commercio è unico e speciale.

Quelli di mucca o di asina o di capra, possono essere buoni ma restano comunque dei surrogati, e il bambino abituato e allattato con latte materno non potrà mai preferirli.

Il latte materno è una fonte essenziale ed apporta al neonato tutte le sostanze necessarie per la crescita.

La cosa affascinante e che lo rende inimitabile è che il latte durante le fasi di crescita del bambino, cambia di consistenza e quantità produttiva, per adattarsi a lui, anche durante il corso di una singola poppata.

Il latte prodotto all’inizio è meno grassoso e più ricco di acqua, mentre il terminale è più ricco di grassi.

un atto di estrema intimità

Cambi il sapore del latte?

Si, cambia in base a ciò che mangia la mamma,educando il bambino al gusto,.

 

E se il bambino nasce prematuro?

Nessun problema perché il latte si modifica anche durante la gravidanza, ed è pronto alle esigenze del bambino.

I prematuri avranno a disposizione un latte ricco di proteine, adatto alle loro esigenze, e con proprietà immunologiche adatte a loro.

Come si presenta all’inizio?

All’inizio il bambino si nutrirà con il colostro che è perfetto come primo alimento, perchè ricco di Vitamina A, e anticorpi.

Facilmente digeribile, e lassativo cosa importantissima perchè aiuta il bambino attraverso le feci ad eliminare il meconio e l’eccesso di bilirubina, fondamentale per prevenire l’ittero.

Mentre dopo 2-3 giorni dal parto si formerà il latte maturo, in quanto avverrà la conosciutissima montata lattea.

Contro le malattie?

Si, proprio così, il latte materno protegge da malattie e allergie, visto che contiene immunoglobuline e prebiotici, che aiutano l’organismo a proteggere il piccolo da batteri, virus e altri fattori.

Inoltre, è ricco di principi attivi, ideali per la digestione, il rafforzamento delle ossa, la crescita del cervello e la facoltà cognitiva.

Gli studi confermano anche che l’allattamento riduce la SIDS (morte in culla senza cause apparenti), oltre a proteggere dalle infezioni delle vie respiratorie, dalle allergie, migliora la vista e previene il rischio di obesità.

E la mamma?

La mamma tra un beneficio favoloso, quello del contatto con il proprio bimbo, oltre alla praticità visto che non bisogna prepararlo ed è sempre della giusta temperatura,

è anche economico visto che non ha costi,

e favorisce la contrazione dell’utero, riducendo il sanguinamento post parto.

un momento per due

Mamme senza latte?

Non ci sono mamme che non hanno latte, e non possono allattare al seno, sono più unich e che rare,

un fattore che incide è l’obesità, o un parto traumatico perchè crea un blocco a livello mentale.

Ma la cosa che più di tutte ostacola l’allattamento è la cattiva informazione o l’ascoltare persone che danno consigli senza sapere di cosa parlano.

L’unica cosa che però fa produrre latte è la suzione da parte del neonato, e se il bambino vuole stare più attaccato al seno, non c’è nulla di strano, ma vuol dire che ha più fame e vuole mangiare di più e più spesso, e questo permette una maggior produzione di latte per adeguarsi alle richieste successive.

 

 

 

Facebook Comments

4 Comments

  1. io ho allattato entrambe per un periodo lunghissimo. Sono assolutamente contraria al latte in polvere e al latte vaccino in generale per cui ho fatto questa scelta e mi sono sacrificata per tantissimi mesi. Peccato per chi non ha latte. allattare è una esperienza bellissima e rafforza l’imprinting con il proprio cucciolo

  2. L’allattamento al seno è un processo naturale che deve avvenire in modo spontaneo e senza pressioni esterne.

  3. Enza Nardone says:

    allattare è un’esperienza molto bella ma ovviamente non bisogna discriminare chi non puo’ o non ha latte , io ho allattato tanto tempo ,, ma se non lo avessi avuto avrei usato quello artificiale non si puo’ condannare una mamma per la mancanza di latte

  4. queste informazioni sono davvero importanti e le condivido personalmente con la mia esperienza personale positiva

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.